Sacconi, la riforma e il terrorismo

Pubblicato: ottobre 30, 2011 in Rielaborazioni dal mondo reale

La notizia

Sacconi parla di un rischio oggettivo di ritorno al terrorismo, il suo timore è che dalla violenza verbale, si passi alla violenza fisica, questo riferendosi alla fatidica norma sui lincenziamenti, una norma che per sua stessa natura, ha scatenato la reazione unanime di tutto il sindacato italiano, pronto allo sciopero, se venissero lesi dei diritti considerati vitali.

Il punto di vista

Il problema della riforma e del mercato del lavoro italiano, è per sua stessa natura estremamente complesso e non di facile soluzione, è molto difficile stabilire quale sia l’approccio giusto e corretto. Si è spesso parlato di un mercato del lavoro italiano troppo ingessato di regole e misure che lo rendono rigido e poco adatto ai cambiamenti che oggi vengono richiesti. Lo stesso Sacconi in una sua dichiarazione, oggi dice che negli altri paese, il lavoratore è molto meno tutelato rispetto al nostro sistema. Ancora una volta viene dato un punto di vista che ritengo parziale su quello che è l’effettivo problema del mercato del lavoro italiano. Ancora una volta, viene definita una soluzione solo per una parte del problema, può anche darsi che negli altri paesi, il sistema di tutele sia meno adeguato rispetto all’Italia, ma di fatto il problema italiano, sono i tempi di ricollocamento medio di un lavoratore, che risultano molto più lunghi rispetto alla media europea.

Il paese intanto confuso, si interroga………………….

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...