L’Italia si divide tra indignati pacifici e vandali

Pubblicato: ottobre 15, 2011 in Rielaborazioni dal mondo reale

La notizia

Un corteo di indignati, quelli che in maniera democratica e pacifica manifestano il loro dissenso contro un sistema economico che non condividono, è stato oggetto di una strumentalizzazione da parte di un gruppo di black bloc, i quali si sono infiltrati nel corteo pacifico e hanno dato vita a violenze di ogni genere, devastando vetrine di negozi e procurando danni ingenti.

Il punto di vista

La democrazia fonda il suo equilibrio tra un delicato meccanismo nel quale le persone hanno sicuramente il diritto di esprimere un punto di vista differente, il processo democratico è proprio questo, la possibilità per tutti di manifestare il proprio punto di vista, anche se contrario a certe scelte e contrario a determinate decisione che vengono prese in nome di un bene comune.

Ma manifestare per una propria idea se da una parte è una cosa giusta, quando degenera in una violenza gratuita del genere pone a tutti noi degli interrogativi precisi, quali sono i limiti di rispetto degli spazi altrui delle diversità e delle idee che non condividiamo.  I black bloc sono una frangia di persone che cavalca una protesta tra le tante per agire secondo atti di violenza e devastazione, danneggiando negozi, vetrine, attività di persone che vivono onestamente.

Una violenza gratuita e non giustificata e intanto il paese sta a guardare………….

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...