Battuta d’arresto per il governo alla camera

Pubblicato: ottobre 11, 2011 in Rielaborazioni dal mondo reale

La notizia

Nel corso della presentazione del consuntivo 2010 relativo ai conti dello Stato,  la maggioranza ha subito una decisa battuta d’arresto, infatti  un articolo del testo, è stato dalla camera bocciato, ovviamente le reazioni dei rispettivi schieramenti sono state molte differenti.

Nel Pdl Silvio Berlusconi ha avuto una reazione stizzita, l’opposizione come sempre ha gridato a gran  voce chiedendo le dimissioni dell’attuale capo del  governo.

Una scena quella da parte delle opposizioni, che si ripete ciclicamente come un ritornello, la richiesta di dimissioni.

Il punto di vista

Una analisi a posteriori che dobbiamo fare sicuramente sulla attuale situazione politica italiana, è la netta frattura che attualmente il paese vive, tra una classe politica medesima, sempre maggiormente lontana non solo dai problemi del paese, ma dalla realtà medesima della gente, che si aspetta in questo preciso momento di difficoltà economica, azioni precise, volte a cercare di mettere un freno alla situazione di difficoltà generale.

Tutto questo non avviene, la politica ancora una volta, sembra avviluppata nei suoi meccanismi interni, incapace di esprimere una volontà precisa volta agli interessi del paese medesimo che dovrebbe rappresentare.

In questo quadro di incertezza, non può che aumentare conseguentemente la percentuale degli astenuti, sempre più persuasi, che non esista di fatto uno schieramento concreto in grado di rappresentare in maniera omogenea gli interessi di un paese che attende con ansia………………

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...